Da fine agosto 2016 ho trasformato il profilo Instagram @socialmediabiondina in profilo business: dopo più di un mese di utilizzo posso finalmente raccontarti le mie impressioni e dirti se fa per te.

Da recenti indagini effettuate sugli utilizzatori di Instgram, il 60% di loro viene a conoscenza di un prodotto o di un servizio su Instagram, e il 75% compie un’azione dopo essere stato ispirato da un post: interessante dal punto di vista business, vero?

Come si fa a passare a un profilo Instagram business

Iniziamo dalle basi: per passare a un profilo business devi essere amministratore di una pagina Facebook, dato che il profilo sarà collegato alla pagina. Non è necessaria nessun’altra dichiarazione, certificazione, partita IVA o altro, esattamente come per creare una pagina Facebook. I dettagli del tuo business saranno mostrati in aggiunta ai campi che appaiono normalmente in un profilo privato, e in più ci sarà un pulsante “Contatta” attraverso il quale le persone potranno contattarti più rapidamente attraverso l’email o il numero di telefono.

Ecco i 4 passaggi per ottenere il profilo business:

  1. Vai sul tuo profilo e clicca  su Impostazioni in alto a destra
  2. Clicca su Passa a profilo aziendale
  3. Nella schermata Connettiti a Facebook scegli la pagina da collegare a questo account
  4. Scegli le informazioni da condividere (l’email è obbligatoria, il telefono e l’indirizzo dettagliato no) e clicca sul segno di spunta in alto a destra
  5. Fatto! Nella bio ora appariranno le informazioni prese dalla tua pagina Facebook, a partire dalla categoria

Passaggi per ottenere un profilo business Instagram

E ora che sei passata al profilo Business puoi finalmente vedere le statistiche del tuo account: non ti lanciare immediatamente sull’icona del grafico perché le statistiche, esattamente come avviene per le pagine Facebook, saranno disponibili dopo 7 giorni.

sTRATEGIA FAI DA TE

I dati visibili negli Insight dei profili Instagram Business

Sono finalmente passati i 7 giorni? E allora andiamo ad esplorare le statistiche del tuo profilo!

Gli Instagram Insight sono uno strumento di business molto utile per capire velocemente chi sono i tuoi follower e quali sono i contenuti che preferiscono: in questo modo potrai creare una strategia di post perfetta per te e per loro!

Quali sono i dati che puoi vedere e monitorare?

  • Visualizzazioni: Il numero totale delle volte in cui è stato vista la tua foto
  • Copertura: il numero dei singoli account che hanno visto la tua foto
  • Clic sul sito: il numero degli account che hanno cliccato sul link al tuo sito presente in bio
  • Attività dei follower: Il numero di volte in cui, in un giorno normale, i tuoi follower sono attivi su Instagram
  • Post più popolari: quali sono le foto che hanno avuto più successo

Ricorda: visualizzazioni e copertura sono due cose diverse. Le visualizzazioni esprimono il numero totale di volte in cui la tua foto è stata vista: una persona può vedere la tua foto anche 10 volte e ogni volta che la vede viene contata una visualizzazione. La copertura invece si basa sul numero di singole persone che hanno visualizzato la tua foto: ogni persona è contata una volta sola, anche se vede la tua foto 10 volte.

Nelle statistiche potrai scoprire anche qualcosa di più sui tuoi fan dal punto di vista demografico: conoscerai il loro sesso, la loro età e di dove sono, ma solo se hai raggiunto i 100 follower.

Puoi vedere anche le statistiche di ogni singola foto, ti basterà cliccare su “Visualizza dati di Insight” sotto la foto: potrai vedere le visualizzazioni, la copertura e le interazioni di ogni foto. Le interazioni includono il numero totale degli account che hanno interagito con la foto mettendo un like o commentando la foto.

Ecco un video in cui ti faccio vedere in pratica tutto quello che gli Insight possono mostrarti e come passare da una sezione all’altra.

Conviene passare al profilo business?

Non mi odiare ma la mia risposta è sempre la solita: dipende.

Io sono passata al profilo business solo per l’account @socialmediabiondina perché volevo vedere com’erano questi insight e volevo studiarmeli un po’. Il mio profilo @silvialanfry invece è rimasto ancora un profilo personale e non so se e quando lo trasformerò in profilo business: in fondo la pagina Facebook legata al blog “La raccolta di Silvia” è decisamente dormiente, sul blog sto scrivendo molto di rado e se voglio vedere delle statistiche dettagliate sui miei follower ho altre alternative.

Insomma, se passi a un profilo business solo per gli insight non ne vale la pena: puoi vedere di più e meglio da Squarelovin, un tool gratuito che ti permette di vedere anche statistiche avanzate. Tu per esempio sai quando hai la maggiore interazione sulle tue foto? Io grazie a Squarelovin lo so!

quando-postare squarelovin

Se hai un negozio fisico, un bar o un ristorante, ti consiglio caldamente di fare il passaggio perché le persone potranno contattarti molto più velocemente, dato che puoi inserire il tuo numero di telefono nel “Contatta”; Puoi passare al profilo business anche se vuoi avere un tocco di professionalità in più, altrimenti… pensaci su.

Io non ho riscontrato grossi cali di engagement da quando sono passata al profilo business, anzi, ma il rischio ventilato da più parti è che avvenga quello che era avvenuto per le pagine in Facebook cioè un pesante calo di engagement rispetto ai profili personali: il fatto che il feed non sia più cronologico ma sia regolato da un algoritmo fa temere questo calo. È anche possibile che a un certo punto comunque Instagram (di proprietà di Facebook, ricordiamocelo) decida che un’attività dovrà avere per forza un profilo biz esattamente come avvenuto su Facebook. Fino a quel momento il mio consiglio è quello di valutare caso per caso se valga la pena di fare questo cambio oppure no.

Tu hai già fatto il cambio da profilo personale a profilo business? Hai intenzione di farlo?

Instagram up
Non sai come usare al meglio Instagram per il tuo business? Scopri il nuovo percorso individuale “Instagram up!”

1 comment on “Passa al lato business di Instagram: sarà la tua forza (o forse no)”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.